Facebook Pixel
Bambino

Un bambino che piagnucola non vuole infastidire i suoi genitori

"Quando i bambini si lamentano e piangono, i genitori si irritano presto. Ma i bambini non vogliono infastidire i loro genitori. I quattro motivi più comuni per cui un bambino piagnucola e cosa aiuta a contrastarlo.

Quando i bambini si lamentano e lo fanno costantemente, i genitori sono infastiditi

Foto: Alvenmod, iStock, Thinkstock

"Ma io voglio un altro gelato!"Possiamo andare al parco giochi?", "Perché no...", "Ma io voglio..." Non c'è un bambino piccolo in questo mondo che non possa lamentarsi per ore. Il lamento porta i genitori ai loro limiti. A volte i genitori sospettano anche che i piagnistei e le lamentele abbiano soprattutto un obiettivo: infastidirli. Ma un bambino che si lamenta non vuole irritare i suoi genitori. Spesso è semplicemente insoddisfatto della situazione in cui si trova. Ed è esattamente quello che vuole dire ai suoi genitori.

A proposito, il piagnisteo di solito si verifica fortemente solo nei bambini piccoli e nell'età della scuola materna, spesso annuncia un nuovo scatto di sviluppo. "Poco prima di uno scatto di sviluppo, i bambini piccoli in particolare sono spesso sotto una grande tensione, che esprimono con piagnistei e lamentele", spiega l'autrice Doro Kammerer nel suo libro sui "Primi tre anni di vita".

Incoraggiare invece di rimproverare

Ecco perché spesso fa più male che bene cercare di porre fine all'assillo puntando i piedi. Frasi come "Smettila subito!", "Zitto per una volta!", "Ho sentito abbastanza, vai in camera tua ora!" sono umane, ma non sempre rendono giustizia ai bambini. Se si usano rimproveri e minacce per fermare il piagnisteo, la relazione tra genitori e figlio ne soffre. Il bambino si sente incompreso e i suoi bisogni sono ignorati. È meglio andare al fondo della causa del lamento. Spesso ci sono quattro diverse cause e bisogni dietro il lamento.

"L'esperienza del bambino che qualcuno c'è in modo affidabile quando è necessario e risponde in modo appropriato ai suoi bisogni gli dà la sensazione di essere prezioso e importante e di poter fare la differenza con il suo comportamento", spiegano la Dipl. Psych. Britta Behrends e il Prof. Dr. Guy Bodenmann dell'Università di Zurigo.

1 Lamento per fame, sete, stanchezza

Molto spesso, un bambino che si lamenta ha importanti bisogni fisici. Ha fame o sete, spesso è semplicemente stanco e ha bisogno di una buona notte di sonno. È troppo caldo, è freddo o si ammala? A volte i bambini sono anche semplicemente sopraffatti - per esempio, quando hanno avuto una giornata faticosa all'asilo o alla scuola materna, dalla lunga strada da percorrere o dallo stare fermi in macchina per molto tempo.

Cosa aiuta:

Quando un bambino ha fame o sete, è stanco o si sente sopraffatto, si tratta semplicemente di soddisfare il bisogno il più rapidamente possibile. Bere, mangiare, dormire, riposare, fare una pausa. Ma se il problema non può essere risolto rapidamente, i bambini hanno bisogno di molto incoraggiamento. "Capisco che tu abbia fame. Al prossimo negozio che vedremo, compreremo un rotolo. Puoi aiutare a cercare un negozio". È importante che il bambino sia ascoltato.

2 Lamentarsi perché sono stati tirati fuori dal gioco

"Voglio restare!", "Ancora una volta!", "Noooo!" È così che spesso i bambini reagiscono quando devono finire di giocare e andare a casa o a letto. Lasciare il parco giochi ed essere prelevati dal fidanzato o dalla fidanzata è spesso accompagnato da lacrime e drammi perché i bambini piccoli non possono ancora capire le sequenze temporali e non possono ancora valutare le conseguenze delle loro azioni. Quando i bambini giocano, si perdono nel qui e ora. Sono assorbiti in un altro mondo, un mondo pieno di sfide interessanti da cui possono imparare. Nessun bambino è felice di essere tirato fuori dal gioco e le spiegazioni degli adulti, come "Altrimenti domani sarai di nuovo stanco" di solito non gli interessano.

Cosa aiuta:

I genitori dovrebbero annunciare per tempo che il gioco deve finire presto, in modo che il bambino possa prepararsi e non venga tirato fuori bruscamente. Spesso aiuta dare al bambino l'opportunità di finire qualcosa di bello.I genitori potrebbero dire, per esempio, "Dobbiamo andare presto, assicurati di medicare i tuoi animali ora così che possano stare meglio oggi", "Stiamo andando a casa, ma prima puoi scegliere se vuoi scivolare o dondolarti di nuovo". "Dopo esservi lavati i denti, potete scegliere una storia da leggere ad alta voce.

3 Assillante perché si potrebbe avere di più

Un altro gelato! Una barretta di cioccolato alla cassa del supermercato! Un altro giro sulla giostra! A volte non c'è fine ai desideri dei bambini. Si tratta di pura soddisfazione del consumatore, che i genitori dovrebbero limitare con fiducia.

Cosa aiuta

Il consumo non rende le persone felici! Ed è per questo che un bambino non ha bisogno di un secondo gelato al giorno, né di dolci alla cassa del supermercato, né di un sesto giro sulla giostra. Tuttavia, è importante che un bambino sappia cosa può aspettarsi per non rimanere deluso. Gli accordi chiari aiutano: "Nei giorni caldi, puoi prendere un gelato dal freezer una volta al giorno", "Al supermercato, puoi aiutarmi a cercare le cose sulla lista della spesa", "Ti comprerò tre patatine per la giostra".

4 Piagnistei per noia

A volte il bambino piagnucola tutto il giorno senza apparente motivo, a volte vuole questo, a volte vuole quello. Spesso dietro c'è semplicemente la noia. Il bambino non sa cosa fare di se stesso! La noia è difficile da sopportare per un bambino e lo rende scontroso.

Cosa aiuta

I bambini vogliono giocare, scatenarsi e vivere avventure. Playdough, Playmais, una tana sotto il tavolo, il piccolo trampolino - portato su dalla cantina - forniscono una nuova occupazione. Ma ai bambini non mancano sempre le idee quando sono annoiati. Non vuole giocare da solo! Non ha un compagno di giochi o vuole che i suoi genitori si occupino di lui. È bello quando i genitori possono organizzarsi per fare dei lavori manuali con il bambino, cucinare una torta o andare a caccia di leoni in giardino. Forse anche il figlio del vicino ha tempo?

Link tip: 77 idee contro la noia

Come prevenire i piagnistei

I bambini dovrebbero sapere: Mi è permesso esprimere un desiderio. Mamma e papà mi ascoltano. Poi discutiamo se può essere soddisfatta o meno. Questa certezza di essere ascoltati dai genitori impedisce in molti casi di lamentarsi. Anche pianificare in anticipo aiuta. Per esempio, se è previsto un lungo viaggio in auto, è importante prevedere abbastanza tempo per le pause in cui il bambino può muoversi. Il bambino ha abbastanza opportunità di giocare in macchina? Una lavagna magica per disegnare, un lettore CD per i radiodrammi e musica per bambini per cantare insieme sono pratici. Un libro di puzzle, che può essere tirato fuori dalla borsetta quando il bambino si annoia, metterà rapidamente fine ai piagnistei. Naturalmente, ci dovrebbero essere anche abbastanza bevande e provviste a bordo.