Facebook Pixel

Febbre alta in un bambino: cosa si può fare e quando è necessario consultare un medico

Si dice che i bambini con una temperatura corporea di 39°C o più hanno la febbre alta. Se il vostro bambino ha la febbre, potete cercare di ridurre l'alta temperatura corporea con farmaci e rimedi casalinghi. Se la febbre alta dura più di un giorno, se la febbre sale oltre i 40°C o se il bambino soffre di altri sintomi, dovete portare il bambino dal medico. Vi spieghiamo cosa dovete sapere.

Febbre alta in un bambino: una madre si prende cura di suo figlio malato.

Se il tuo bambino ha la febbre, puoi provare ad abbassare la temperatura con rimedi casalinghi e medicine. Immagine: FamVeld, Getty Images

I fatti più importanti sulla febbre alta nei neonati e nei bambini in breve

  • Un bambino ha una febbre da 38,5°C, da 39°C si parla di febbre alta. Per i bambini sotto i tre mesi di età, tuttavia, una temperatura di 38°C può essere pericolosa. Leggi di più qui.
  • Si può cercare di alleviare la febbre alta nel bambino con un'elevata assunzione di liquidi, rimedi per ridurre la febbre e bagni rinfrescanti. Altri suggerimenti qui.
  • Se la febbre alta dura più di un giorno, si verifica in episodi, sale sopra i 40°C o se il bambino soffre anche di altri sintomi, è necessario consultare un medico. Leggi di più qui.

A che punto si parla di febbre alta?

Nei bambini piccoli e nei neonati, i medici parlano di febbre a partire da 38,5°C. Solo quando la temperatura corporea supera i 39°C si parla di febbre alta, e a partire da 40 gradi si parla di febbre molto alta. Tra 37,5 e 38,5 gradi Celsius, la temperatura del corpo è considerata solo elevata.

Febbre nel bambino

Importante: un caso speciale è una temperatura elevata nei neonati. "I neonati sotto i tre mesi di età con una temperatura elevata di ≥ 38°Celsius dovrebbero essere presentati immediatamente a un medico", spiega l'Ospedale dei bambini di Zurigo nella sua guida sulla febbre. I neonati spesso non hanno ancora meccanismi di difesa sufficienti per difendersi dalle infezioni e hanno bisogno di supporto medico.

Perché il corpo reagisce con la febbre

La febbre non è una malattia in sé, ma spesso ne indica una. Quanto è alta la febbre o quanto velocemente sale non dice nulla su quanto sia grave una malattia. La febbre è il modo in cui il corpo si protegge dagli agenti patogeni. Il corpo si riscalda per fornire condizioni peggiori per la moltiplicazione di virus e batteri. Una temperatura corporea elevata è quindi inizialmente un "segno della difesa immunitaria attiva del corpo", che ritorna alla normalità non appena l'infezione è finita, spiega l'Ospedale dei bambini di Zurigo.

Cosa puoi fare se il tuo bambino ha la febbre alta

Se il vostro bambino ha la febbre alta, potete provare i seguenti rimedi e consigli per ridurre la febbre:

1 Bere molto

Se un bambino o un neonato ha la febbre alta, consuma molti liquidi. È quindi importante che i genitori si assicurino che il bambino beva molta acqua. In alternativa, si può anche dare del o uno spritzer di succo. Per i bambini, si dovrebbe allattare più spesso o dare il solito biberon. Anche l'acqua o il tè per bambini da una bottiglia o da un cucchiaio aiutano a compensare la perdita di liquidi. Importante: se il bambino non vuole bere affatto, bisogna consultare un medico.

2 Svestire

Poiché i bambini con la febbre persistente hanno spesso un raffreddore, i genitori tendono ad avvolgerli al caldo. Tuttavia, questo aumenta ancora di più la temperatura corporea del piccolo paziente. In caso di febbre, tuttavia, un bambino dovrebbe essere vestito solo leggermente e coperto solo sottilmente in modo che il corpo possa raffreddarsi. Anche i bagni possono aiutare. Iniziare con un bagno a temperatura corporea e continuare ad aggiungere acqua fredda fino a quando l'acqua è circa tiepida.

3 Antipiretico

Se il bambino sembra contento (gioca, è allegro e ha appetito), la febbre non deve necessariamente essere abbassata con i farmaci. Tuttavia, se si osserva che il bambino è in cattive condizioni generali (è stanco, svogliato, sensibile, svogliato), si possono usare supposte di febbre per abbassare la temperatura e alleviare gli altri sintomi.

Una supposta abbassa la febbre di circa mezzo grado a un grado e in questo modo allevia la circolazione del bambino. Di regola, i pediatri raccomandano di dare una supposta di febbre a partire da 39°C e al massimo ogni sei ore al giorno. La sera, una supposta aiuta il bambino ad addormentarsi e a rimanere addormentato. Tuttavia, ci vogliono da 60 a 90 minuti perché la medicina raggiunga il suo massimo effetto sul bambino malato. Chiedete al vostro pediatra un succo per la febbre se vostro figlio o vostra figlia resiste alla supposta o ha diarrea.

Un esperto di Swissmom consiglia di usare il principio attivo paracetamolo per ridurre la febbre nei bambini. I bambini a partire dai sei mesi di età e che pesano almeno cinque chilogrammi possono anche prendere medicine contenenti il principio attivo ibuprofene. Entrambi hanno un effetto antipiretico e analgesico; l'ibuprofene ha anche un effetto antinfiammatorio.

4 Efficace rimedio casalingo: impacco al polpaccio

Anche irimedi casalinghi come gli impacchi al polpaccio aiutano ad abbassare la temperatura: immergere un panno in acqua tiepida, avvolgerlo intorno al polpaccio del bambino e rinnovare l'impacco dopo circa 20 minuti quando si è riscaldato.

Come misurare correttamente la febbre

Ci sono molti modi per prendere la temperatura. I termometri auricolari sembrano pratici, ma spesso offrono solo una prima indicazione, poiché il cerume può falsificare il risultato. Se vuoi misurare la temperatura con precisione, puoi prendere la temperatura nell'ano (misurazione rettale) con un termometro digitale. Questo è particolarmente raccomandato per i bambini sotto i 12 mesi. Una punta flessibile previene le lesioni. Con un po' di storia, si può colmare meglio l'attesa del segnale del termometro. Con i bambini più grandi, la temperatura può anche essere presa sotto l'ascella o in bocca. La punta del termometro deve poi essere posta sotto la lingua e la bocca chiusa.

Quando il bambino ha bisogno di vedere un medico per una febbre alta?

La febbre non è un motivo per far visitare immediatamente un bambino da un medico. Una temperatura elevata può far sentire un bambino stanco, debole e sensibile, ma di solito non fa male - purché il bambino beva abbastanza.

La febbre acuta può anche non aumentare indefinitamente. "Contrariamente al surriscaldamento, che può essere causato da un ambiente caldo, per esempio, la febbre non sale mai più di un valore tra un massimo di 41 e 42 gradi", spiega il pediatra e medico dell'adolescenza Dr Elmar Veh di Cham. Tuttavia, sopra i 40°C è già una temperatura corporea pericolosa per la vita.

Di solito sono i sintomi dell'infezione come diarrea grave, vomito, tosse e mal di gola che rendono necessaria una visita al medico . Anche se la temperatura elevata di un bambino febbricitante dura più di un giorno o si verifica in episodi, i genitori dovrebbero far visitare il bambino da un medico per chiarire la causa dell'aumento di temperatura.

Quando è un'emergenza

In alcuni casi di febbre alta, è importante che i genitori portino il loro bambino al medico immediatamente. "Se la febbre supera i 40°C, lo stato di coscienza è alterato e il bambino non risponde più ai genitori come al solito, se ci sono macchie rosse e blu sulla pelle o se il bambino ha una convulsione febbrile che dura più di tre minuti, i genitori dovrebbero portare il bambino da un medico immediatamente", consiglia l'Ospedale dei bambini della Svizzera orientale. Le ambulanze di emergenza sono aperte di notte; il servizio di ambulanza può anche essere allertato chiamando il 144.

Consultare immediatamente un medico se si verifica uno dei seguenti sintomi:

  • Il tuo bambino ha una temperatura corporea superiore a 40°C.
  • Il neonato ha meno di tre mesi e ha una temperatura corporea di 38 gradi Celsius e superiore.
  • Il bambino ha mal di testa, collo rigido ed è sensibile alla luce.
  • Il bambino mostra un'eruzione cutanea sul corpo con punti o macchie rosse.
  • Il bambino vomita ripetutamente e non vuole bere.
  • Il bambino diventa sempre più apatico e passivo.
  • La febbre non scende anche se al bambino viene dato regolarmente paracetamolo o ibuprofene.
  • Il bambino febbricitante ha difficoltà a respirare.
  • Il bambino ha una convulsione febbrile.

Fonte: Informazioni di emergenza per i genitori della febbre dell'ospedale universitario di Zurigo