Facebook Pixel
Desiderio di avere figli

Quando il desiderio insoddisfatto di avere figli diventa una compulsione ad avere figli

Le coppie che vogliono bambini sono piene di aspettative per il bambino. Ma cosa succede se la donna non rimane incinta? Inizia un periodo pieno di dubbi e paure. La psicologa Daniela Sichel Imthurn spiega in un'intervista cosa può aiutare le coppie con un desiderio insoddisfatto di avere figli durante questa fase.

Non rimanere incinta può essere frustrante per le coppie.

Le coppie che desiderano disperatamente un bambino sono rapidamente sotto pressione.

Molte coppie si mettono sotto un'enorme pressione per rimanere incinta. Il sesso è solo pianificato. Questo stress ha un effetto negativo sul successo?

Dr. Daniela Sichel Imthurn: Penso che molte persone oggi diano per scontato che tutto sia fattibile. Se la gravidanza non avviene immediatamente, per molte coppie tutto comincia a concentrarsi sul desiderio di avere figli. Il desiderio di avere figli può diventare una compulsione ad avere figli. Pianificare la sessualità diventa una difficoltà quasi impossibile da evitare. Ma se tutto è normale in una coppia, cioè entrambi non hanno problemi organici o un problema psicologico specifico che può bloccare il desiderio di avere figli, si può supporre che il desiderio alla fine si avvererà. Lo stress è un ostacolo, ma di solito porta solo a un ritardo.

Quali problemi psicologici possono portare alla mancanza di figli?

Nelle donne, possono essere vecchie esperienze non elaborate che impediscono la gravidanza. Se una donna ha subito un trauma, per esempio un abuso sessuale, nei suoi primi anni o storie familiari negative, questo può inconsciamente portare a un ritardo della gravidanza o impedirla. Negli uomini, non conosco nessun problema psicologico che influenzi direttamente la riproduzione. A condizione che non influisca sulla sessualità.

Come reagiscono le coppie che hanno cercato per mesi di avere un bambino alla notizia di un medico che uno o entrambi sono sterili?

Le coppie sono inizialmente disorientate. Per molti, una grande tristezza si fa strada. Qualcosa che consideravano la cosa più naturale del mondo non funziona per voi. È come un'esperienza di perdita. Devono anche venire a patti con il fatto che non tutto può essere fatto. Molti si pongono allora la domanda: perché noi? Alcuni si chiedono anche cosa significa questo per la loro vita futura, come dovrebbero modellarla. Direi che in questa fase la tendenza ad agire è maggiore di quella a riflettere. Le coppie iniziano a cercare informazioni. Molti vogliono agire molto rapidamente. Solo più tardi riflettono: Cosa faremo se non avremo un figlio?

Sta affrontando la tendenza delle coppie ad agire approfittando delle opzioni mediche?

Sì, e che si informano su molti livelli diversi. La maggior parte delle coppie che vengono da me per una consulenza hanno già attraversato questa fase. Di solito arrivano quando hanno già provato molte cose e sono frustrati o disperati perché non ha funzionato.

Come aiuta queste coppie nella sua consulenza?

Le coppie che sanno che molto probabilmente non saranno in grado di avere un figlio in modo naturale dovrebbero scoprire cosa è importante per loro. Ciò che è meglio per la loro vita insieme. Come potrebbe essere per loro vivere senza un figlio. Vogliono iniziare i trattamenti medici o stanno considerando l'adozione? Entrambi i processi sono molto estenuanti. Con i trattamenti medici, ci sono oneri fisici e psicologici. Si chiede molto sia alla donna che all'uomo. Discutiamo come si sentono su quale opzione, quali risorse hanno le coppie per passare attraverso tali processi, e quali alternative sono disponibili.

A cosa devono essere preparate nello specifico le coppie che decidono di sottoporsi a trattamenti medici?

La maggior parte delle volte, scoprono nei centri di trattamento a cosa devono prepararsi. La cosa più difficile è far coincidere il loro tempo con quello dell'istituzione. È un enorme carico fisico e di tempo. Il desiderio di avere figli non deve diventare una compulsione, questa è una delle grandi sfide. Bisogna sempre chiedersi: voglio questo a qualsiasi prezzo? Perché voglio questo a qualsiasi prezzo? Voglio davvero questo bambino? Lo voglio solo perché i miei genitori hanno voluto i nipoti per molto tempo? Non ho il coraggio di dire al mio partner che in fondo non voglio figli?

Molte coppie si sottopongono al trattamento per mesi e poi alla fine non funziona con il bambino. Quando è il momento giusto per rinunciare al desiderio di avere un figlio?

Lei parla di mesi, ma per molte coppie ci vogliono sicuramente anni per rendersi conto che il desiderio di avere un figlio non si realizzerà. Questo perché ci sono così tante possibilità che possono essere affrontate e che richiedono così tanto tempo. Ci sono coppie che investono una quantità enorme di tempo, energia e denaro per realizzare questo desiderio. È solo la coppia in quanto tale che può determinare quando è il momento di smettere. Dall'esterno, si potrebbe avere la sensazione, all'inizio, che sia solo distruttivo. Penso che sarebbe bene per le coppie avere una consulenza in questa fase, perché il processo è così estenuante e perché la partnership è messa sotto pressione.

Le relazioni soffrono perché il desiderio di avere figli è al centro della scena e le coppie non si preoccupano più della loro partnership?

Sì, penso che sia perché le coppie si sentono in modo diverso. Il desiderio di avere figli non è necessariamente lo stesso per entrambe le parti. La tolleranza alla frustrazione e la flessibilità sono diverse. Oggi ci sono molti modi di affrontare il desiderio di avere figli. Ma i partner a volte hanno prospettive e idee diverse su questo. Poi le relazioni possono anche soffrire della questione del senso di colpa. Se una persona ha problemi organici che la portano a non avere figli, ci possono essere recriminazioni reciproche, e se queste non vengono discusse o sono inconsce, allora una relazione può soffrire.

Come possono le coppie evitare queste accuse?

Le accuse non possono essere evitate. È certamente un vantaggio se sono coscienti e parlati. Bisogna parlare di loro. Perché può risultare, per esempio, che la famiglia di uno o dell'altro gioca un ruolo, il che mette ancora più pressione sulla coppia. In generale, molti sentimenti sono espressi nella fase del desiderio insoddisfatto di avere figli: tristezza, rabbia e invidia o momenti di rassegnazione. La cosa migliore, naturalmente, è essere in grado di affrontare i diversi stati d'animo come coppia, cercare una consulenza se siete sopraffatti o andare in un gruppo di auto-aiuto.

La famiglia e gli amici di solito mettono sotto pressione la coppia con domande come "Perché aspettate così tanto ad avere figli?" o "Cosa, non avete ancora figli, ma è arrivato il momento". Come dovrebbero comportarsi le coppie?

Penso che per molti, la pressione non viene dai conoscenti, ma da se stessi o dalla famiglia. C'è una tendenza di alcune coppie a non voler parlare del problema. Viene visto come un problema di coppia, che non viene discusso ulteriormente. Le coppie non amano parlarne, soprattutto quando gli amici e i conoscenti intorno a loro hanno figli. Questo può portare a sentimenti di solitudine e isolamento. È vantaggioso che la coppia consideri insieme con chi è disposta a parlare del problema o a dire agli altri che non ha ancora funzionato per loro e con chi no.

Come possono reagire le coppie quando i loro stessi genitori desiderano disperatamente dei nipoti?

Dipende molto dal tipo di rapporto che avete con i vostri genitori. O si tace sul problema, che di solito non è l'ideale, mentre se si ha un confine abbastanza buono, parlarne è un vantaggio. Potete anche sperare nella comprensione e nel sostegno. Tuttavia, c'è sempre il pericolo che i genitori ne facciano un grande problema, aumentando così la loro stessa pressione. Bisogna valutare quale sia la soluzione migliore per la coppia. Non credo proprio che ci sia una ricetta.

Quando donne e uomini senza figli vedono madri con carrozzine e bambini, spesso fa male. Come si può affrontare il dolore?

Penso che dovrebbero permettere il dolore, notare quali sentimenti arrivano: È tristezza, rabbia o invidia? I sentimenti sono qualcosa di importante, non bisogna sopprimerli. È anche comprensibile che le coppie provino invidia quando tutti gli altri hanno figli. È molto più importante ammettere questa invidia che negarla.

Se non è possibile avere un figlio neanche con metodi medici, si pone la questione se la coppia vuole rimanere senza figli. Come possono dire addio al loro desiderio di avere figli?

È molto individuale. Quando le persone arrivano al trattamento psicologico, è bene che questa possibilità sia considerata presto. Come un piano B che è sempre presente. È, dopo tutto, la grande paura di rimanere senza figli, e questa paura dovrebbe essere affrontata e, se possibile, affrontata. Se una coppia ha provato tutto per anni e il desiderio di avere figli non si realizza, allora si tratta di fare un lavoro di lutto. La coppia deve riorientarsi. Possono domandarsi: tutto deve rimanere uguale o abbiamo bisogno di una nuova situazione di vita? Ho bisogno di un nuovo hobby, un nuovo progetto? Quali nuovi obiettivi mi pongo? Alla fine, può essere sollevante dire: "Abbiamo provato tutto il possibile, non ha funzionato, ora voglio riorientarmi".

Quindi può aiutare le coppie quando iniziano una nuova vita?

Sì, qualcosa del genere dovrebbe accadere. Sarebbe auspicabile che la gente avesse la sensazione di poter ricominciare da capo: Non un nuovo inizio di vita, ma una nuova fase della vita. Naturalmente, può anche essere che le coppie si pongano la domanda: Vogliamo restare insieme?

La persona

La dottoressa Daniela Sichel Imthurn lavora come psicologa e psicoterapeuta a Zurigo.

La dottoressa Daniela Sichel Imthurn lavora come psicologa e psicoterapeuta a Zurigo. Tra le altre cose, offre consulenza psicologica e aiuto psicoterapeutico nei casi di assenza involontaria di figli. Nelle sessioni individuali, di coppia o di gruppo, l'attenzione si concentra sul venire a patti con la propria mancanza di figli e i sentimenti associati ad essa. Sostiene le coppie che si stanno sottoponendo a trattamenti medici con l'orientamento, il processo decisionale e il trovare la loro strada.

Scopri di più su www.kinderwunsch.ch

Foto: privato