Facebook Pixel
Gravidanza

Quando si rompono le acque: reagire correttamente quando si rompono le acque

Se le acque si rompono, di solito è un segno che il parto sta per iniziare. Quando si rompono le acque, quali sono i rischi di rottura prematura del sacco amniotico e perché bisogna reagire rapidamente.

Rottura delle membrane: coppia seduta in macchina, donna incinta che si tiene la pancia.

Acqua rotta? Se le tue acque si rompono prematuramente, dovresti andare in ospedale rapidamente - ora il bambino è avvolto e quindi non protetto. Immagine: GettyImages Plus, riccio 94

Normalmente, il sacco amniotico si rompe durante la nascita quando il travaglio è già iniziato. A volte la cervice si apre un po' prima. Ma può anche succedere che la rottura delle acque prenda la donna incinta completamente di sorpresa e si presenti come il primosegno di nascita nel mezzo della vita quotidiana.

Segni di rottura delle membrane

Ti accorgi quando ti si rompono le acque? Nella maggior parte dei casi, sì. Il segno più sicuro di una rottura del sacco amniotico è, ovviamente, la perdita di liquido amniotico. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, solo un po' di liquido amniotico fuoriesce dalla vagina. Se notate uno scarico acquoso, dovete usare un salvaslip o un vecchio asciugamano - a seconda della quantità - e andare all'ospedale, anche se il travaglio non è ancora iniziato. Ora il bambino non è più protetto dalle infezioni dal rivestimento protettivo del sacco amniotico. Germi e batteri possono salire attraverso la vagina, dove il liquido amniotico fornisce un terreno di coltura ideale. Se il parto vero e proprio non inizia da solo entro poche ore, il parto viene spesso indotto per mezzo di compresse,cocktail da travaglio o flebo per mettere al mondo il bambino in breve tempo.

Quando la rottura delle membrane passa inosservata

Ma ci sono anche casi in cui la rottura delle membrane passa inosservata: In alcuni casi c'è solo un piccolo strappo nella pelle dell'uovo, che si chiude da solo con il tempo - o la rottura del sacco amniotico non si nota affatto, perché è solo una piccola apertura che trasuda e il liquido amniotico che è fuoriuscito si reintegra in quantità sufficiente. In questo caso, però, c'è un rischio abbastanza alto di infezione a causa della perdita del sacco amniotico!

La rottura prematura delle membrane - cioè quando le acque si rompono prima del travaglio - è relativamente rara e di solito non è un problema. A condizione, naturalmente, che la gravidanza sia comunque vicina alla fine e che la data di scadenza sia presto raggiunta o sia già passata. Tuttavia, se la rottura prematura delle membrane si verifica molto prima - per esempio, nel caso di un parto prematuro o di possibili complicazioni durante la gravidanza - i genitori e i medici devono agire rapidamente.

Questo è l'aspetto del liquido amniotico durante una rottura delle membrane

All'inizio della gravidanza, il liquido amniotico è chiaro. Tuttavia, può apparire un po' torbida immediatamente prima della nascita del bambino a causa dell'urina, dei capelli e della forfora del nascituro. In totale, il sacco amniotico contiene circa 800 millilitri di liquido prima della nascita imminente. Se il sacco amniotico si rompe prima della 37a settimana di gravidanza e il liquido appare di colore verdastro o addirittura nero, chiamate immediatamente un medico o, meglio ancora, l'ospedale. Questo è un segno della presenza di meconio, una sostanza che si trova negli organi digestivi del neonato durante la gravidanza. Il meconio può entrare nel liquido amniotico, per esempio, se il bambino è stressato, per cui bisogna reagire immediatamente. Lo stesso vale se si espelle sangue insieme al liquido amniotico.

Una risposta rapida previene le infezioni

La rottura prematura delle membrane può essere pericolosa per il bambino se non è ancora completamente maturo. Ecco perché è importante agire rapidamente. Qui bisogna valutare insieme ai medici se è meglio aspettare per indurre il parto, eventualmente accompagnato da una terapia antibiotica per evitare il più possibile le infezioni, o se il bambino deve essere fatto nascere immediatamente. Se il bambino viene partorito presto contaglio cesareo, il rischio di infezione è minore perché non c'è il parto vaginale. Tuttavia, può succedere che il bambino debba essere curato medicalmente per un po' di tempo nell'incubatrice, la cosiddetta incubatrice, in modo che gli organi interni possano maturare, come è normale con una nascita precoce.

Cause di rottura delle membrane

Nella maggior parte dei casi, un'infezione vaginale è la causa della rottura prematura delle membrane. I batteri salgono nell'utero e possono attaccare la pelle sensibile dell'uovo, causandone alla fine la rottura. Ma il travaglio prematuro può anche portare alla rottura delle membrane a causa della pressione sul sacco amniotico.

In rari casi, una debolezza del tessuto connettivo fa sì che la pelle del sacco amniotico non si allunghi e quindi si strappi troppo presto. Nell'amniocentesi, c'è un piccolo rischio che il piccolo foro non si chiuda o non si chiuda completamente dopo l'esame e che il liquido amniotico possa fuoriuscire. C'è anche il rischio che il sacco amniotico si rompa troppo presto nelle gravidanze multiple o con troppo liquido amniotico a causa del forte stress.