Facebook Pixel

Difficoltà nel parlare: Quando ha bisogno di una terapia logopedica mio figlio?

Se lo sviluppo del linguaggio di un bambino è più lento di quello dei coetanei o se il bambino è difficile da capire, i genitori si preoccupano rapidamente. Ma quando un bambino dovrebbe andare in logopedia? Edith Volmer, vicepresidente dell'Associazione dei Logoterapisti della Svizzera tedesca (DLV) ha risposte chiare a questa domanda.

Giovane ragazza alla terapia della parola.

Molti bambini hanno difficoltà a pronunciare le lettere "S" o "R". Immagine: KatarzynaBialasiewicz, Getty Images

I fatti più importanti in poche parole:

  • I bambini hanno bisogno di una terapia del linguaggio quando l'ambiente può solo capirli male.
  • La logopedia è importante per i bambini che usano meno di 50 parole a due anni o che parlano solo parole singole a due o tre anni.
  • I genitori dovrebbero consultare un logopedista se hanno domande sullo sviluppo del linguaggio del loro bambino.
  • Molti bambini imparano la "R" e la "Sh" solo a sei anni.
  • La logopedia con i bambini è giocosa.
  • In Svizzera, i genitori non sostengono alcun costo per il trattamento logopedico del loro bambino.

Quando un bambino ha bisogno della logopedia?

Molti genitori conoscono l'incertezza di portare o meno il loro bambino da un logopedista. Ma quando è necessario il trattamento? Edith Volmer del DLV ha le risposte:

1 "Quando i genitori si chiedono se il loro bambino ha bisogno di supporto nello sviluppo del linguaggio, è sempre importante parlare con un logopedista. Perché quando i genitori sono preoccupati, hanno bisogno di risposte".

2 "Un bambino ha bisogno di una terapia logopedica se è poco compreso dall'ambiente o non capisce quello che l'ambiente dice".

Anomalie per le quali il trattamento logopedico ha senso

  • Poche parole:

"Una prima indicazione per la necessità della logopedia è che un bambino parla meno di 50 parole all'età di 24 mesi", spiega Edith Volmer nell'intervista. La ragione per cui la terapia è importante in questo caso è che un bambino che conosce solo poche parole e specialmente i sostantivi difficilmente può imparare la grammatica. "Deve anche usare i verbi per essere in grado di formare una frase di due parole come "mangia la mamma". Un vocabolario basso è una delle cause della terapia in età prescolare.

  • Parole singole:

Se un bambino all'età di due o tre anni parla solo parole singole e non frasi di due o più parole, di solito ha anche bisogno di un intervento in uno studio di logopedia.

  • Pronuncia incomprensibile:

È relativamente comune che un bambino parli molto all'età di tre o quattro anni, ma la sua pronuncia è incomprensibile. Questo può essere causato, per esempio, dalla sostituzione di molte consonanti con il suono "G". Altri a questa età hanno difficoltà nel flusso del discorso perché balbettano, per esempio. In tutti questi casi, il logopedista può aiutare.

"È meglio per i genitori ottenere una valutazione precoce dal logopedista", questo consiglio sta particolarmente a cuore a Edith Volmer. "In alcuni casi, all'inizio non è necessario alcun trattamento. "Ma se il bambino stesso soffre perché non viene capito o viene deriso, ha bisogno di aiuto".

Quando i bambini devono essere in grado di parlare la R?

"R" e "Sh" sono suoni molto difficili. Non essere in grado di pronunciare questi suoni in un bambino di quattro anni non è una ragione per una terapia logopedica. Il fatto che in età prescolare la "R" sia ancora sostituita dalla "L" o che la "Sch" sia pronunciata come una "S" è adeguato all'età. Edith Volmer: "I bambini hanno il tempo di imparare questi suoni da soli fino ai sei anni".

Cosa si fa nella terapia della parola?

"I trattamenti logopedici possono essere molto diversi, perché di solito diverse difficoltà linguistiche si uniscono. Inoltre, i bambini possono avere interessi diversi e hanno età diverse", spiega Edith Volmer alla domanda su come funziona la logopedia. Quando si sceglie un trattamento, dice, due domande sono cruciali: quale passo deve fare il bambino nel suo sviluppo linguistico? Quali competenze che il bambino non possiede ancora lo aiuterebbero di più nella vita quotidiana?

Per esempio, se un bambino ha un piccolo vocabolario, lo scopo del trattamento non è quello di insegnargli più parole. "L'obiettivo della logopedia è invece quello di mettere il bambino in grado, come primo passo, di fare domande da solo. Cosa significa questo? Cosa ci si può fare? A cosa serve? Queste potrebbero essere le domande. In questo modo, il bambino impara ad entrare nelle conversazioni, a capire e ad acquisire nuove parole, spiega Volmer.

"Ogni esercizio ha un obiettivo logopedico", sottolinea Edith Volmer. L'incoraggiamento ludico è importante, soprattutto in età prescolare. "Senza gioco non c'è linguaggio, e senza linguaggio non c'è gioco", spiega. Regole e giochi di ruolo, per esempio il gioco con il negozio, sono molto adatti per insegnare la lingua.

Su cosa si lavora nella terapia della parola?

🗣️ Lingua: vocabolario, grammatica, competenza narrativa, comprensione linguistica

🗣️ Comunicazione

🗣️ Fluidità del discorso

🗣️ Pronuncia

🗣️ Coordinazione della voce, articolazione, respirazione e muscolatura

🗣️ Rondine

🗣️ Acquisizione del linguaggio scritto, cioè leggere e scrivere

Quanto spesso devi andare a fare la logopedia?

I bambini in età prescolare vengono di solito a fare logopedia due volte a settimana per 60 minuti ciascuno. Il sostegno dura inizialmente tre o quattro mesi prima di una pausa di alcuni mesi - un'opportunità per integrare l'input del trattamento nella vita quotidiana. Dopodiché, inizia un nuovo ciclo di terapia che dura di nuovo da tre a quattro mesi. I bambini in età scolare che hanno bisogno di una terapia logopedica di solito frequentano la terapia una volta alla settimana per 30-45 minuti.

Chi paga la logopedia?

Non ci sono costi per i genitori se il loro bambino riceve una terapia logopedica. "Tuttavia, il bisogno deve essere dimostrato", spiega Edith Volmer. Se il bambino ha bisogno di una terapia logopedica, il cantone o il comune paga i costi. Se si tratta di un problema medico, l'assicurazione sanitaria paga secondo la prescrizione di un medico.

Terapia logopedica senza un rinvio - è possibile?

I genitori possono andare direttamente dal logopedista con il loro bambino se sono preoccupati per la comunicazione linguistica del loro bambino. In alternativa, possono prima parlare con il pediatra, che ha indirizzi di logopedisti locali. A seconda del cantone, hanno bisogno di un rinvio dal pediatra solo se c'è un problema medico, come i disturbi della deglutizione.

Link correlati:

Volantino informativo dell'Associazione logopedisti della Svizzera tedesca (DLV): Come parla mio figlio?

Volantino informativo dell'Associazione svizzera di lingua tedesca dei logopedisti (DLV): Disturbi della deglutizione e dell'alimentazione nell'infanzia