Facebook Pixel
Salute

Mano nella mano: come aiutare tuo figlio a rompere l'abitudine di mangiarsi le unghie

Mangiarsi le unghie è un'abitudine da rompere. Ma in realtà non è così facile. Molti rimedi sono di scarso aiuto perché combattono solo i sintomi ma non le cause. Perché i bambini si mangiano le unghie e quali metodi promettono successo.

Come i genitori possono aiutare i loro figli a rompere l'abitudine di mangiarsi le unghie

I bambini hanno spesso bisogno del sostegno dei loro genitori per rompere l'abitudine di mangiarsi le unghie. Immagine:


Per molte persone, mangiarsi le unghie è disgustoso come mettersi le dita nel naso. Come genitori, ovviamente, non vi piace guardare questo. Inoltre, le unghie morse e strappate non solo appaiono poco curate, ma possono anche infettarsi dolorosamente a causa del morso costante.

Tuttavia, la regola di base è: non sgridare o punire! Di regola, i bambini non si mangiano le unghie di proposito, certamente non per infastidire i loro genitori. Spesso ne soffrono loro stessi.

La psicologia clinica mostra che il mordersi le unghie, come la balbuzie, i tic o la Tourette, appartiene al gruppo dei disturbi del controllo degli impulsi. Qui, una tensione interna fa sì che il comportamento impulsivo, in questo caso il mangiarsi le unghie, si attivi automaticamente e si solidifichi attraverso la ripetizione costante.

Questo significa che i bambini sperimentano consapevolmente il mordersi le unghie, ma spesso non è così facile da controllare. Il semplice desiderio di smettere spesso non è sufficiente.

Perché i bambini si mangiano le unghie

Tipicamente, il mangiarsi le unghie inizia nella prima infanzia, quando c'è ancora una forte fissazione orale, o nella pubertà, quando lo stress emotivo è spesso molto pronunciato. C'è anche molto da dire su una predisposizione genetica: I bambini i cui genitori sono o sono stati loro stessi mangiatori di chiodi sono più inclini a farlo.

Se si vuole impedire ai bambini di mangiarsi le unghie, bisogna quindi esaminare le situazioni in cui il bambino porta le unghie alla bocca. È meglio fare un diario in modo che il bambino possa prendere coscienza delle situazioni e delle cause.

Le occasioni frequenti per mordersi le unghie sono di solito situazioni di stress o di frustrazione. Ma anche la tensione positiva, per esempio quando si guarda un film, o la noia, per esempio quando si aspetta. Entrambi possono anche essere un tipo di stress per i bambini. I bambini perfezionisti tendono anche a mangiarsi le unghie. Mangiarsi le unghie aiuta a scaricare la pressione e ha un effetto rilassante.

Per rompere l'abitudine a lungo termine, lo stress che sta causando il problema dovrebbe essere ridotto o si dovrebbe trovare un'altra compensazione. Tuttavia, poiché lo stress non può mai essere completamente evitato, spesso è più sensato sostituire il mangiarsi le unghie con nuove azioni di bilanciamento dello stress, le cosiddette azioni sostitutive, che non hanno conseguenze fastidiose.

Quali rimedi per il morso delle unghie promettono successo

Ci sono molti consigli per rompere l'abitudine di mangiarsi le unghie. Tuttavia, la maggior parte di essi hanno solo un moderato successo perché si occupano solo del comportamento impulsivo visibile, ma non di quello interiore che dà l'impulso. Presentiamo i metodi più comuni con i loro vantaggi e svantaggi. Spesso può essere utile combinare diversi metodi. Per esempio, l'introduzione di azioni sostitutive ha più successo se è rinforzata positivamente con ricompense e incoraggiamenti.

1 Vernice amara

Probabilmente avete sentito parlare di smalti speciali che possono essere dipinti sull'unghia. Il sapore è disgustoso e dovrebbe impedire al bambino di mangiarsi le unghie. In alcuni casi, questo metodo può effettivamente aiutare, ma solo se viene applicato in modo coerente. Tuttavia, alcuni bambini si abituano al gusto amaro o semplicemente rosicchiano lo smalto perché la voglia interna è maggiore. Il metodo è quindi forse utile soprattutto con i bambini più piccoli.

2 La promessa di bellezza

Un altro metodo che è una buona idea con le figlie è tagliare, limare e dipingere le loro unghie. In questo modo, la tua bambina può vedere quanto possono essere belle le sue unghie e ha un incentivo a lasciarle stare in futuro. Consiglio: Ci sono dei lucidi speciali idrosolubili per i bambini piccoli che non contengono sostanze nocive.

Naturalmente, questo metodo ha una fregatura: lo smalto per bambini è un'arma a doppio taglio. Dopo tutto, il messaggio è: se le tue unghie sono masticate, non sei conforme all'ideale di bellezza. Dopo tutto, non daresti il rossetto ai bambini che si mordono le labbra. D'altra parte, se aiuta, un po' di colore sulle unghie è relativamente innocuo. E il fatto che le unghie mangiate non sono belle è un fatto che il vostro bambino sentirà prima o poi comunque.
Indipendentemente dal sesso del bambino, si può ridurre la necessità di mordere se si tagliano regolarmente le unghie del bambino e si limano i bordi. Gli esperti raccomandano di dedicare del tempo ogni giorno alla cura delle unghie del bambino.

3 Premi

Più neutro sarebbe certamente il denaro come ricompensa per smettere di masticare. Per ogni unghia non masticata che può essere tagliata alla fine della settimana, potresti mettere qualche centesimo nel salvadanaio di tuo figlio. Affinché il metodo della ricompensa funzioni, tuttavia, il bambino dovrebbe anche essere fondamentalmente auto-motivato a rompere l'abitudine di mangiarsi le unghie. In questo modo, la ricompensa funziona al meglio come un rinforzo positivo di un cambiamento di comportamento autodesiderato. Se non c'è auto-motivazione, una mancanza di ricompensa può essere rapidamente intesa come una punizione: Se mi mangio le unghie, non avrò né soldi né smalto.

Leggi anche: Cosa scatenano le ricompense nei bambini

4 Yoga con le dita invece di mangiarsi le unghie

I professionisti con formazione comportamentale raccomandano di introdurre azioni sostitutive meno dannose, come far rotolare una palla da massaggio nella mano o far girare un fidgetspinner. Svantaggio: ovviamente, non sempre si hanno questi dispositivi a portata di mano. Per esempio, sono proibiti in classe. Pertanto, è meglio pensare ad altre attività alternative con il bambino. Per esempio, si raccomanda di sedersi sulla mano o di stringere il pugno. Questo metodo è scientificamente basato sulla psicologia comportamentale, è stato provato molte volte e vale certamente la pena di provare. Il suo successo, tuttavia, dipende dall'impegno e dalla coerenza del bambino. Qui vi spieghiamo come potete introdurre le azioni sostitutive passo dopo passo con l'addestramento all'inversione delle abitudini.

5 Terapia di disaccoppiamento

Il metodo relativamente nuovo di disaccoppiamento del neuropsicologo Steffen Moritz è anche considerato promettente. Secondo uno studio, è stato in grado di dare sollievo ad almeno il 50% delle persone colpite. In questo metodo, l'impulso di mangiarsi le unghie viene gradualmente deviato verso un'azione diversa, motoriamente simile, e infine completamente dimenticato. Per esempio, le dita sono dirette alla gola, allo stomaco, al naso o all'orecchio invece che alla bocca. Potete trovare le istruzioni qui. Svantaggio: questo metodo non è ancora adatto ai bambini piccoli.

6 Non pensarci

Un consiglio comune delle persone ben intenzionate è quello di smettere semplicemente di pensare di mangiarsi le unghie. Suona bene in teoria, ma in pratica non è possibile dettare a se stessi quali pensieri si hanno. Per esempio, dite a una persona affamata di non pensare a mangiare. La fame non scompare. E poiché ha ancora fame, continuerà a pensare al cibo. Forse anche di più.

7 Ignorare

Questo consiglio è per i genitori. Mangiarsi le unghie di solito non è una malattia che deve essere trattata. In alcuni casi, le reazioni eccessive possono causare più danni. Diventa discutibile dal punto di vista medico solo se i bambini si feriscono nel processo, soffrono cronicamente di infezioni del letto ungueale o soffrono emotivamente. In questi casi, dovreste parlare con il vostro pediatra e cercare un aiuto terapeutico se necessario.
Tuttavia, se mangiarsi le unghie è più un'abitudine fastidiosa ma innocua, vale anche la pena sperare che cresca col tempo. Secondo le stime, fino al 45 per cento dei bambini e degli adolescenti si mangiano le unghie di tanto in tanto, tra gli adulti è ancora circa il dieci per cento.

Allenamento per l'inversione delle abitudini (HRT)

Come i bambini rompono l'abitudine di mangiarsi le unghie passo dopo passo con azioni sostitutive

Il training di inversione delle abitudini secondo N. H. Azrin e R. G. Nunn (1973) è un metodo della terapia comportamentale che si può provare anche a casa senza supporto terapeutico. In questo metodo, si suppone che il bambino impari dei modelli comportamentali che contrastino il mordersi le unghie e lo aiutino a controllarlo. Poiché questo richiede un certo grado di consapevolezza di sé, il metodo TOS è meno adatto ai bambini piccoli. È anche un prerequisito che il bambino stesso sia motivato a farlo e che i genitori lo sostengano.

1. allenare la consapevolezza di sé: scrivete insieme a vostro figlio in quali situazioni tende a mangiarsi le unghie e perché. Per esempio, quando si fanno i compiti, in macchina o prima delle lezioni di pianoforte. Solo quando il bambino ha capito le cause, le azioni sostitutive possono essere introdotte con successo. È importante usare un linguaggio appropriato per i bambini.
2. introdurre azioni sostitutive: Non appena il bambino sente l'impulso di mangiarsi di nuovo le unghie, deve scegliere un'azione sostitutiva neutra ma piacevole. Poiché questi esercizi dovrebbero essere il più divertenti possibile, un sistema di ricompensa rinforzante può essere utile. I genitori dovrebbero anche intervenire in modo correttivo quando osservano il bambino che si mangia le unghie. Tuttavia, per mantenere una relazione motivante, il bambino dovrebbe essere lodato per i suoi sforzi molto più spesso di quanto i suoi errori dovrebbero essere sottolineati. Come regola generale, lodare cinque volte di più che correggere.
3. Mantenere alta la motivazione: Affinché l'azione di sostituzione funzioni, è importante lavorare continuamente sulla motivazione. Parlate sempre con vostro figlio del perché vale la pena di smettere di mangiarsi le unghie.
4 Generalizzare le azioni sostitutive: Per rinforzare le azioni sostitutive, aiuta anche praticarle nella mente. Il bambino dovrebbe immaginare le situazioni in cui tipicamente si mangia le unghie. Invece di masticare, però, il bambino ora immagina l'azione sostitutiva. Fondamentalmente, pratica per circa 10 minuti al giorno e registra i progressi.

Fonte: J.Margraf, S.Schneider (2009): Lehrbuch der Verhaltenstherapie, Band 1