Facebook Pixel
Salute

L'herpes zoster ha una storia - e si chiama "varicella".

L'herpes zoster è una conseguenza tardiva di un'infezione di varicella su cinque. I virus che giacciono dormienti nel corpo per anni senza essere notati scatenano improvvisamente un'infiammazione dolorosa che si diffonde dai nodi nervosi alla pelle. È importante iniziare la terapia in una fase iniziale.

Shingles

Prima prude, poi diventa doloroso: l'herpes zoster è una malattia seria. Foto: Xanya69, iStock / Getty Images Plus

L'herpes zoster ha una storia - e si chiama varicella. Quasi tutti possono immaginare cosa sia la varicella. Tipica è l'eruzione cutanea con pustole rosse che si sviluppano in vesciche pruriginose.

Lavaricella, di solito accompagnata da febbre, è altamente contagiosa e può causare complicazioni come infezioni batteriche della pelle, polmonite e meningite. Fortunatamente, coloro che sono sopravvissuti alla varicella non possono prenderla una seconda volta - ma possono avere l'herpes zoster. Una persona su cinque che ha avuto la varicella soffre in seguito di questa dolorosa malattia.

Causa: virus della varicella

Una causa dell'herpes zoster è il virus della varicella zoster. Anche dopo che la varicella è guarita, il virus della varicella zoster che ha scatenato la varicella rimane nel corpo. Giace dormiente nei nodi nervosi vicino alla spina dorsale o nelle vene del cervello. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ci informa che "la riattivazione del virus varicella-zoster, ora sotto forma di un'epidemia di herpes zoster, si verifica soprattutto in età avanzata e con immunodeficienza".

Die Bläschen der Shingles treten häufig am Bauch und Rücken auf.

La tipica eruzione cutanea a forma di cintura con piccole vesciche pruriginose. Immagine: franciscodiazpagador, iStock, Thinkstock.

Anche i bambini sono colpiti

L'herpes zoster non è affatto raro nei bambini. Il decorso della malattia nei bambini è inizialmente caratterizzato da una maggiore sensibilità al dolore dell'area cutanea colpita. Poi si formano le prime piccole vesciche, di solito vicine tra loro. I bambini possono anche soffrire di febbre, spossatezza o gonfiore dei linfonodi.

Nei bambini sotto i dieci anni, l'eruzione cutanea si forma prevalentemente sul petto. Più il bambino è grande, più è probabile che lo zoster si formi sulla testa della persona colpita. I sintomi dell'herpes zoster possono includere un intenso prurito. Tuttavia, i bambini sono risparmiati dal dolore grave nella maggior parte dei casi , che può certamente verificarsi nelle persone anziane.

Sintomi dell'herpes zoster

L'herpes zoster è quindi considerato una conseguenza tardiva dell'infezione da varicella. È un'infiammazione che si diffonde dai nodi nervosi alla pelle. All'inizio si nota attraverso la stanchezza e l'affaticamento, a volte anche attraverso la febbre e il formicolio della pelle. Alcuni giorni dopo, la pelle si gonfia e diventa rossastra prima che si formi un'eruzione cutanea simile a una cintura con piccoli nodi, da cui deriva il nome di herpes zoster.

I noduli diventano vesciche, che a volte prudono. Tuttavia, l'herpes zoster è principalmente una malattia dolorosa perché non solo la pelle ma anche il nervo del paziente è infiammato. L'eruzione cutanea di solito appare solo su un lato del corpo, soprattutto sul torso o sul petto. Quando le vesciche si sono asciugate dopo qualche giorno, appaiono delle croste giallastre. La malattia guarisce completamente solo dopo diverse settimane.

La malattia può avere conseguenze

Le vesciche graffiate lasciano cicatrici. Inoltre, una complicazione può essere l'ipersensibilità della pelle e successivamente un disturbo della pigmentazione. Se il virus si diffonde al viso, può portare alla perdita dell'udito o alla paralisi. Molti pazienti si lamentano del dolore anche dopo che l'eruzione è scomparsa.

Se il sistema immunitario è indebolito, c'è anche un rischio di fegato, polmoni omeningite. In un paziente su dieci, il dolore grave rimane dopo alcuni mesi dal decorso dell'herpes zoster. Questo è causato da un danno nervoso persistente. Questo può trasformarsi nella cosiddetta nevralgia post-zoster. In questo caso, dovresti essere trattato da un neurologo immediatamente.

Questo è il modo migliore per trattare le vesciche pruriginose

Il trattamento della varicella o dello zoster si limita di solito a trattare i sintomi. Così, il medico prescrive farmaci contro il dolore e la febbre. "In casi speciali, un farmaco che inibisce la replicazione virale (virostatico) può essere usatoper trattare lo zoster", spiega l'UFSP. Funziona meglio subito dopo l'inizio della malattia. È importante prendersi cura della pelle con lozioni e gel che tolgono il prurito dell'herpes zoster e hanno un effetto antisettico.

La malattia è contagiosa

L'herpes zoster è contagioso, ma non attraverso l'infezione da goccioline, ma solo attraverso il contenuto delle vesciche, cioè attraverso l'infezione da striscio. Anche se non può causare altri herpes zoster, può causare la varicella. Anche se la varicella è considerata una malattia infantile, può colpire anche gli adulti.

Pertanto, è importante stare lontano da tutte le persone che non hanno ancora avuto la varicella e che non sono state vaccinate contro la varicella. Solo quando l'ultima vescica è guarita, il pericolo di infezione è scongiurato. Fortunatamente, l'herpes zoster in una donna incinta non rappresenta un rischio per la salute del suo bambino - in questo caso il virus non è contagioso o trasmissibile.

Prevenzione attraverso la vaccinazione contro la varicella

L'UFSP raccomanda lavaccinazione per tutte le persone dagli 11 ai 39 anni che sono state finora risparmiate dalla varicella: "Poiché il rischio di complicazioni è aumentato per gli adulti, è importante proteggere dalla varicella tutti coloro che non l'hanno attraversata durante l'infanzia.

"Questa vaccinazione protegge dalla varicella, ma non sempre dalla malattia. "L'herpes zoster può verificarsi anche in persone che sono state vaccinate contro la varicella con un vaccino vivo", spiega il Robert Koch Institute. "Tuttavia, i bambini vaccinati hanno da tre a dodici volte meno probabilità di contrarre l'herpes zoster".

Anche una vaccinazione speciale contro l'herpes zoster non fornisce una protezione completa. Alcune domande sulla relativamente nuova vaccinazione contro l'herpes zoster sono ancora senza risposta. Per esempio, non è stato ancora studiato per quanti anni la vaccinazione è efficace e se le vaccinazioni di richiamo hanno senso.