Facebook Pixel
Salute

Meningite: un'azione rapida può salvare delle vite

Naturalmente avete sentito parlare della meningite. Ma cos'è in realtà? E quali sono i sintomi più importanti? Questi fatti dovrebbero essere interiorizzati da tutti i genitori. Se tuo figlio ha la meningite, un trattamento rapido può salvare la vita.

La meningite può portare a mal di testa.

Forti mal di testa sono un sintomo di meningite. Foto: Jupiterimages, Getty Images, Thinkstock

È lo spettro di molti genitori. In poche ore, le condizioni del tuo bambino o della tua bambina si deteriorano drammaticamente. Se non si interviene in tempo e la malattia non viene riconosciuta abbastanza rapidamente, la vita del bambino colpito è in pericolo o si verificano danni a lungo termine. Lameningite è una malattia pericolosa. Se si interpretano correttamente i segnali di allarme e si consulta rapidamente un medico in caso di sospetto, si possono salvare delle vite.

Cos'è la meningite?

La meningite è un'infiammazione delle meningi, il tessuto connettivo che copre il cervello. A causa del loro sistema immunitario non ancora completamente sviluppato, i bambini, ma anche le persone con reazioni immunitarie indebolite, hanno un rischio maggiore di contrarre la meningite.

Lo scoppio della meningite può avere varie cause. Da un lato, batteri come i meningococchi o gli pneumococchi possono scatenare la malattia. D'altra parte, virus come quello della parotite, del morbillo e della rosolia o il virus TBE possono essere alla base della meningite. Ma anche le infezioni fungine o i parassiti, come la tenia del cane o la tenia della volpe, possono causare la meningite. Gli agenti patogeni migrano attraverso il flusso sanguigno della persona colpita nel cervello.

Traumi gravi alla testa o infezioni nella zona della testa, per esempio infezioni dell'orecchio medio o sinusite, possono anche essere considerati come fattori scatenanti della meningite.

Sintomi della meningite

La meningite scatena vari sintomi che bisogna riconoscere come segnali d'allarme. Un sintomo importante della meningite è il torcicollo. Forse vostro figlio si lamenta di dolori al collo o non riesce a piegare la testa in avanti. Questo è spesso accompagnato da un forte mal di testa e febbre. Il bambino colpito si sente malato e svogliato, e le condizioni generali possono peggiorare rapidamente.

Un altro segnale d'allarme è se il bambino è sensibile alla luce. Anche il vomito e la diarrea possono essere un sintomo. Puoi notare un'eruzione cutanea sotto forma di piccole macchie bluastre, noduli scuri o cambiamenti della pelle a chiazze sul corpo di tuo figlio? Questo può indicare che si dovrebbe consultare un medico il più presto possibile. In un decorso più grave della malattia, è anche possibile che il bambino reagisca in modo stordito o confuso o che si verifichino convulsioni o addirittura un coma.

Nei neonati e nei bambini piccoli, i sintomi spesso non sono così pronunciati come nei bambini più grandi. I piccoli di solito appaiono molto assonnati e non hanno abbastanza energia per bere. Lei conosce meglio suo figlio. Se si sospetta che qualcosa non va, è meglio cercare aiuto medico una volta di troppo.

Trattamento della meningite

Se avete consultato un medico quando si sospetta una meningite, lui o lei esaminerà se il collo è rigido. Il fluido spinale e il sangue saranno poi testati per vedere se ci sono agenti patogeni presenti, e se sì, quali.

L'inizio rapido della terapia può salvare la vita. Se i batteri sono la causa della meningite, la malattia viene trattata con antibiotici. In caso di meningite virale, solo i sintomi come mal di testa, diarrea o febbre possono essere trattati. Si può anche essere vaccinati contro alcuni degli agenti patogeni che causano la meningite, come il virus TBE, che è trasmesso dalle zecche.

I sintomi più importanti della meningite a colpo d'occhio:

  • Forte mal di testa
  • Rigidità del collo
  • Sensibilità alla luce
  • Febbre, vomito
  • Disturbo della coscienza
  • Rash su tutto il corpo

Ha qualche esperienza con la meningite? Allora scrivici. Clicca qui per andare alla sezione dei commenti.

Fonte: Sprechzimmer.ch