Facebook Pixel
Salute

Vomito nei bambini: come aiutare il tuo bambino quando si sente male

Bianco come il gesso sul viso, il bambino fa un'impressione pietosa. Si sente male, deve vomitare. Il vomito nei bambini può avere molte cause. I genitori possono aiutare il piccolo paziente a guarire presto.

Il vomito nei bambini può avere varie cause

Le tisane calmanti per lo stomaco aiutano contro il vomito nei bambini. Foto: grinvalds, iStock, Thinkstock

Max si sente male. "Spero che si addormenti in fretta", pensano i genitori. "Forse la nausea sarà passata domattina, allora". Infatti, Max si assopisce presto. Ma dopo solo un'ora, il bambino si sveglia di nuovo. Ora si sente ancora più nauseato. Max deve vomitare.

Vomito in un bambino: un panno fresco sulla fronte

La nausea si sente male. Pertanto, non è sorprendente che i bambini si disperino facilmente quando si sentono male. È importante dire al bambino che presto si sentirà meglio. Infatti, di solito si sentono meglio non appena il loro stomaco è vuoto.

Una grande ciotola che possa raccogliere il vomito dovrebbe essere a portata di mano. I bambini piccoli non sempre riescono a sputare nella ciotola. Ha quindi senso stendere alcuni asciugamani intorno alla ciotola per raccogliere il vomito in caso di dubbio. Spesso i bambini che si sentono male si sentono molto deboli. Poi hanno bisogno di un po' di sostegno quando si siedono. Alcuni bambini sono anche felici se i genitori gli sostengono la testa quando sputano. "Se il vostro bambino ha appena vomitato, un panno fresco sulla fronte può ridurre la nausea e le vertigini", spiega il Centro federale tedesco per l'educazione sanitaria (BZgA). "Risciacquare con acqua o tè aiuta contro il cattivo sapore in bocca".

Vomito nei bambini: questo aiuta

Il contenuto dello stomaco è meno pesante nello stomaco quando è diluito. Questo rende la massa più facile da digerire e da vomitare. Bere non è solo utile, però, ma anche necessario perché il vomito, come la diarrea, può portare a pericolose perdite di liquidi. "Una bocca secca, la pelle bianca, la sonnolenza e la respirazione profonda attraverso la bocca sono segni tipici di una disidratazione imminente", spiega il Centro federale tedesco per l'educazione sanitaria (BZgA). I bambini allattati al seno possono continuare a bere al seno. Il latte materno deve essere diluito con acqua in un rapporto 1:1 con acqua sterile. "Se il latte per neonati diluito è tollerato, la quantità di polvere può essere aumentata lentamente fino alla concentrazione normale", dice il Servizio di consulenza materna e paterna del Cantone di Berna. I bambini più grandi bevono acqua o tè che calmano lo stomaco, come la camomilla o il tè al finocchio. Inoltre, i bambini che vomitano hanno bisogno di sali vitali (elettroliti). Soluzioni elettrolitiche appropriate sono disponibili in farmacia.

Possibili cause

Disturbo allo stomaco:

Il bambino ha mangiato molti dolci durante il giorno? Allora forse il suo stomaco è così iperacidificato che si è ammalato. O ha mangiato qualcosa che non è facilmente digeribile, forse addirittura rovinato? "I bambini spesso reagiscono a piccole cose con il vomito, perché lo stomaco del bambino è ancora molto sensibile", dice il BZgA. In questo caso, la diarrea accompagna spesso il vomito.

Malattia virale:

Anche se un virus ha causato la nausea e quindi una malattia gastrointestinale, la diarrea è tipica oltre al vomito. "La causa più comune della diarrea è una reazione infiammatoria dell'intestino a un'infezione", spiega l'Associazione svizzera dei samaritani. I batteri nel cibo contaminato possono causare diarrea, così come i virus, per esempio i ben noti virus Rota. Se il bambino ha anche tosse, raffreddore e febbre, è probabilmente dovuto a un'infezione simile all'influenza. In ogni caso, è importante bere molti liquidi. Naturalmente, genitori e fratelli non vogliono prendere l'influenza. È quindi bene sapere che virus e batteri viaggiano principalmente di mano in mano. I germi non possono fare nulla sulle mani, ma possono farlo se arrivano sulle membrane mucose. Pertanto, ha senso lavarsi bene le mani e non strofinarsi gli occhi o toccarsi il naso.

Vomito del bambino durante la guida:

Alcuni bambini si ammalano quando guidano. Questo è dovuto a un sovraccarico del cervello, che non può coordinare le diverse informazioni che riceve dagli occhi e dagli organi di equilibrio. I bambini se la cavano meglio se hanno una visione chiara dell'esterno, soprattutto del davanti, dal sedile centrale del sedile posteriore, per esempio. Giochi come "Io vedo qualcosa che tu non vedi" motivano il bambino a guardare in lontananza. Se il bambino ha già la nausea, dovrebbe fissarsi su un certo punto fuori dall'auto fino a quando non si avvicina il prossimo parcheggio e il bambino può prendere aria fresca. Una pastiglia da viaggio in farmacia può prevenire la nausea e il vomito. Inoltre, è importante guidare nel modo più equilibrato possibile, cioè accelerare moderatamente e frenare il più dolcemente possibile.

Vomito dopo una caduta:

Il vomito dopo una caduta può indicare una commozione cerebrale. Altri sintomi caratteristici includono breve incoscienza subito dopo l'evento, perdita di memoria, lievi cambiamenti mentali, sonnolenza e mal di testa, secondo l'ospedale pediatrico di San Gallo nella Svizzera orientale. "In relazione al trauma cranico, nel corso dell'evento possono manifestarsi condizioni gravi come gonfiore o emorragia cerebrale, che devono essere riconosciute e trattate rapidamente", sottolinea l'ospedale. Questo è di solito il caso nelle prime 24 ore. "Pertanto, il vostro bambino dovrebbe essere monitorato per 24 ore, anche se non sono state rilevate lesioni cerebrali o craniche significative durante l'esame di emergenza".

Vomito nel bambino: in questo caso si dovrebbe consultare il medico

Se si verificano alcuni sintomi o circostanze, è necessario visitare l'ufficio del pediatra con il bambino immediatamente:

  • Se il vostro bambino vomita e ha febbre e/o diarrea allo stesso tempo.
  • Se il vostro bambino è ancora un neonato molto piccolo e continua a vomitare ripetutamente dopo quattro ore.
  • Se non riuscite a far bere vostro figlio.
  • Se vomita dopo una caduta o un incidente.
  • Se allo stesso tempo c'è un forte dolore addominale.
  • Se vostro figlio sembra vistosamente apatico e tranquillo.

(Fonte: BZgA)

Altre malattie

"Se un neonato vomita a fiotti poco dopo un pasto nei primi tre mesi di vita e non cresce bene, non è raro che ci sia un restringimento dell'uscita dello stomaco", sottolineano i pediatri e i medici adolescenti della rete. Anche il vomito insieme alla febbre alta può indicare un'appendicite.

Quando le cose vanno meglio ...

Il bambino ha di nuovo appetito? Ciononostante, dovrebbe comunque fare attenzione al cibo all'inizio. Il riso cotto, le fette biscottate secche e i bastoncini di sale sono facili da digerire.