Facebook Pixel
Tempo libero

Il bambino ha bisogno di favole. E anche tutti gli altri!

Le favole non lasciano nessuno al freddo. Per alcuni, sono un santo graal, un tesoro culturale scolpito nella pietra. Per altri, sono la base di analisi psicologiche, e per altri ancora sono superati o - soprattutto per gli adolescenti - una roba da bambini. Roba da asilo. Per la nostra autrice ospite Andrea Fischer Schulthess, le fiabe sono una meravigliosa materia prima per turgide storie di vita.

Le fiabe sono ancora oggi molto importanti per i bambini.

Raccontare le fiabe significa anche tradurle nel mondo di oggi. Immagine: iStock

Un appello di Andrea Fischer Schulthess

Non importa come li vediamo e vogliamo vederli: Le favole fanno parte della nostra vita. Sono il tessuto di cui sono intessuti libri e film. Oppure, come spiego sempre agli alunni: da pochi semplici ingredienti come farina, zucchero, sale, uova, burro, acqua e latte, si possono cucinare innumerevoli cose - pretzel, pane, biscotti, frittate e così via. E così è con gli elementi delle fiabe. Riflettono ciò con cui lottiamo ogni giorno: con i potenti ingiusti, con la speranza, lo sviluppo, l'amore, la magia o il desiderio di un mondo ordinato.

Immagine: zVg

L'autore

Andrea Fischer Schulthess è un giornalista, autore e narratore. Vive a Zurigo con sua figlia, suo figlio e suo marito Adrian Schulthess. È un membro regolare del festival delle fiabe e dei racconti "Klapperlapapp".

Le fiabe soddisfano il nostro desiderio di modelli affidabili, di trinità, di espiazione e di ricompensa. Pertanto, queste storie primordiali hanno un posto molto importante nell'educazione così come nell'intrattenimento per l'intrattenimento.

"È importante, per esempio, che il male sia effettivamente fatto".

Io stesso sono convinto che si può trattare con fiducia le fiabe in modo libero e selvaggio. Ravvivare il loro modello di base con personaggi elaborati e commedie di situazione, adattarli ai tempi dove necessario, in altre parole, contribuire a formare e sviluppare la tradizione orale. Sperimento spesso che i bambini si riconoscono nelle storie, si identificano con i personaggi, godono della soddisfazione di una semplice e proverbiale giustizia fiabesca. Anche quelli che mezz'ora prima avevano storto il naso al pensiero delle favole.

Tuttavia, per tutta la libertà, ci sono alcune regole. Per esempio, è importante che il male sia effettivamente affrontato. Che la strega non venga semplicemente mandata in prigione, dove vive e rimane latente come minaccia per i bambini. Questo è ben intenzionato, ma queste nuove interpretazioni sottovalutano i bambini e il loro desiderio di condizioni chiare, come le fiabe tipicamente concedono.

"Si può permettere alle principesse di avere le proprie opinioni quando vengono sposate in questo modo senza essere interpellate".

D'altra parte, penso che si possa facilmente sostituire un arcolaio con qualcosa che sia più vicino ai bambini di oggi, rendere i protagonisti vividi, anche spruzzare un pizzico di umorismo Pixar e permettere alle principesse di avere una propria opinione quando vengono sposate senza essere richieste, proprio così.

Ma è solo questo. Si può discutere su questo. E questa è una buona cosa. Ciò su cui la gente non è d'accordo, ciò che difende o rifiuta, tiene occupata la mente delle persone. Ed è esattamente quello che fanno le favole. Ecco perché sono e rimangono così importanti.